Vai al contenuto principaleVai al footer

Scultura

Opere

Venere de' Medici

Arte ellenistica

Torso Gaddi

Arte greca

Pomona

Marini Marino (Pistoia 1901 - Viareggio 1980)

Lottatori

 Arte romana

Putto con fulmine

Arte romana

Erote dormiente

 Arte romana

Grotta del Buontalenti

Giorgio Vasari (Arezzo 1511 – 1574 Firenze), Bernardo Buontalenti (Firenze 1531 – 1608), Baccio Bandinelli (Firenze 1493 – 1560), Vincenzo de’ Rossi (Fiesole 1525 – Firenze 1587), Giambologna (Douai 1529 – Firenze 1608)

Anfiteatro di Boboli

Niccolò Pericoli, detto il Tribolo (impianto); Giulio Parigi (architettura)

Dacio prigioniero

Arte romana

Busto di Antonino Pio

Arte romana

Ritratto di Lucio Vero

Arte romana

Statua di loricato

Arte romana

Sarcofago con fatiche di Ercole

Arte romana

Apollino

Arte romana

Spinario

Arte romana

Fontana del Carciofo

Giovan Francesco Susini (1585 c. – 1653) e collaboratori

Grotta di Madama

Davide Fortini (? – 1590)

Psiche abbandonata

Pietro Tenerani (Torano, Carrara 1789 – Roma 1869)

Ritratto di Nerone

Arte romana

Ritratto di Diadumeniano (cosiddetto Geta)

Arte romana

Ritratto di Plautilla

Arte romana

Leda

Arte romana

Ritratto di Vibia Sabina c.d. Matidia

Arte romana

Ritratto del c.d. Caligola

 Arte romana

Ritratto di Elio Cesare

Arte romana

Ritratto di Faustina Minore

Arte romana

Ninfa con pantera

Arte romana

Busto con testa di doriforo

Arte romana

Testa di Zeus

Arte romana

Villano con la botticella

Giovanni di Paolo Fancelli (primo decennio XVI secolo – 1586) da Baccio Bandinelli (Firenze 1493 – Firenze 1560)

Apollo

Baccio Bandinelli (Firenze 1493 – Firenze 1560) e bottega

Cerere

Baccio Bandinelli (Firenze 1493 – Firenze 1560) e bottega

Gruppo di Pan e Dafni

Arte romana

Ritratto di Marco Aurelio

Arte romana

Satiro con uva

Arte romana

Statua femminile con ritratto ideale

Arte romana

Statua femminile tipo “Grande Ercolanese”

Arte romana

Statua femminile tipo “Piccola Ercolanese”

Arte romana

Vittoria

Arte romana

Dioniso e Ampelo

Pierino da Vinci (Vinci 1530 c. – Pisa 1553)

Musa di Atticiano di Afrodisia

Atticiano di Afrodisia (Arte romana)

Apollo Sauroctono

Arte romana

Augusto

Arte romana

Ganimede con l’aquila

Arte romana

Demetra

Arte romana

Igea

Arte romana

Marte gradivo

Bartolomeo Ammannati (Settignano 1511 – Firenze 1592)

San Lorenzo

Gian Lorenzo Bernini (1598 – 1680)

Ritratto di Giovane c.d. Marco Aurelio

Arte romana

Ritratto virile del c.d. Gallieno

Arte romana

Venere accovacciata

Arte romana

Modello del Monumento a Nicola Demidoff

Lorenzo Bartolini (Savignano 1777 - Firenze 1850)

Grotta di Adamo ed Eva

Giuseppe Cacialli (1770-1828)

Cinghiale

Arte romana

Apoxyomenos

Arte romana

Pothos

Arte romana

Amore con arco

Arte romana

Ritratto della mula

Bartolomeo Ammannati (Settignano 1511 – Firenze 1592), bottega

Ercole e Anteo

Arte romana
News

Donato alle Gallerie degli Uffizi il busto del celebre cantante fiorentino Gaetano Berenstadt, realizzato da Giovacchino Fortini

L’opera, donata dall’antiquario Giovanni Pratesi, diverrà parte integrante della prestigiosa collezione di Palazzo Pitti

“A Donatello nell’arte rinascente scultore”

L’omaggio dell’Accademia del Disegno a cinquecento anni dalla nascita

Esposte alla GAM due nuove sculture di Libero Andreotti

Arianna addormentata, Arte romana

Apoxyomenos (atleta con lo strigile), Arte romana

Un database on-line per la conserv­azione e lo studio delle sculture antiche degli Uffizi

Risale alla fine del 2014 l’idea di intraprendere la digitalizzazione della documentazione di restauro delle sculture antiche degli Uffizi all’interno di SICaR, un software open-source che permette di raccogliere, organizzare e consultare on-line ogni tipo di documento riguardante un intervento, con la possibilità di mappare le informazioni su un’immagine 2D misurabile di una scultura.

Il Granduca dimenticato. La teoria dei busti mediceo-lorenesi e dei loro elogia nell'antiricetto della Galleria delle Statue e delle Pitture

L'articolo ricostruisce il senso e le forme della teoria dei busti mediceo-lorenesi esposti nell'antiricetto della Galleria delle Statue e delle Pitture a partire dagli anni ottanta del Settecento, accompagnati ciascuno da un testo encomiastico (denominato con il termine latino elogium) relativo al contributo offerto allo sviluppo del museo e delle sue collezioni. Tale assetto nacque per volere di Pietro Leopoldo di Lorena per onorare l'ormai estinta casata medicea in un periodo in cui anche gli studi storiografici si volgevano a stilare il bilancio di un momento di storia fiorentina ormai definitivamente concluso. Nel tempo il numero di effigi coinvolte e l'ordine stesso dei ritratti hanno subìto dei cambiamenti, venendo infine a perdere l'originario significato di “introduzione storica” alla Galleria: emblematica è al riguardo, nei primi anni del Novecento, l'eliminazione del ritratto e dell'encomio di Cosimo III, una volta accertato che il busto già utilizzato non raffigura realmente questo personaggio. La constatazione dell'assenza di questo “Granduca dimenticato” dall'insieme di ritratti tuttora esposti in loco ha rappresentato il punto di partenza di questa indagine, che presenta in appendice per la prima volta una trascrizione commentata ed una traduzione degli elogi posti a corredo di ciascun ritratto.

Torna a risplendere il Sileno con Bacco fanciullo, capolavoro in bronzo del Cinquecento

L'intervento è durato oltre sei mesi ed è il primo effettuato in epoca moderna sulla statua di Jacopo del Duca, copia in bronzo di un esemplare anitco in marmo, ritenuto di Lisippo

La Newsletter delle Gallerie degli Uffizi

Iscriviti per restare informato!