Condividi

Ritratto di Giovane c.d. Marco Aurelio

Autore
Arte romana
Data
140-160 d.C.
Collezione
Collocazione
Corridoio di Ponente
Tecnica
Marmo greco
Dimensioni
58 cm (altezza)
Inventario
1914 n.191

La presenza di quest’opera, restaurata da Innocenzo Spinazzi, è attestata nella Galleria fin dal 1778. Sia la testa che il busto, parzialmente coperto da un manto fermato da una fibula circolare sulla spalla destra, risultano antichi, pur non essendo fra loro pertinenti. Il ritratto presenta le fattezze di un giovane dal volto ovale, dai lineamenti morbidi, e dotato di una fronte ampia, inquadrata in una chioma caratterizzata da ciocche vaporose, a cui l’utilizzo del trapano contribuisce a conferire un forte effetto di chiaroscuro. La composizione equilibrata e l’espressione assorta tradiscono la grande spiritualità e intensità di pensiero del personaggio, che per questo era stato inizialmente identificato con il giovane Marco Aurelio, negli anni immediatamente precedenti la sua ascesa al trono. Oggi si tende tuttavia a identificare questo soggetto un con un influente personaggio della prima età antonina, che scelse di farsi effigiare con la medesima acconciatura e con i tratti del futuro imperatore. Questa pratica di assimilazione dell’immagine imperiale nella ritrattistica privata, assai diffusa in epoca imperiale, è da intendersi come una manifestazione di consenso da parte dei cittadini nei confronti dell’imperatore e della sua politica.

Modello 3D realizzato in collaborazione con Indiana University. Visita https://www.digitalsculpture-uffizi.org/