Condividi

Ritratto di Nerone

Autore
Arte romana
Data
Età neroniana (54-68 d.C.)
Collezione
Collocazione
Corridoio di Levante
Tecnica
Marmo italico
Dimensioni
68 cm (altezza)
Inventario
1914 n. 112

L’opera è probabilmente giunta a Firenze dalla collezione Ludovisi. Nel volto del soggetto, caratterizzato da un incarnato molle e impostato su un collo massiccio, è possibile riconoscere un ritratto dell’ultimo e più controverso imperatore della dinastia giulio-claudia, Nerone, qui rappresentato intorno ai diciotto anni, età alla quale salì al trono (54 d.C.). La sua politica ostile al Senato ne decretò il pessimo giudizio che gli storici contemporanei ne dettero, dando vita a quel mito di imperatore folle e tirannico destinato a giungere sino a noi. In effetti, per molti dei crimini che gli furono attribuiti, come l’incendio di Roma, non aveva alcuna colpa e anche nel caso delle sanguinarie repressioni delle congiure contro di lui, come quella dei Pisoni, Nerone non si comportò in modo diverso da quello di molti dei suoi successori ai quali la storia ha riservato un ricordo più benigno. Come è noto, l’imperatore subì la damnatio memoriae dopo la sua cacciata dal trono e il conseguente suicidio avvenuto nel 68 d.C. Le iscrizioni che ricordavano il suo nome e le sue effigi esposte in luoghi pubblici furono sistematicamente distrutte e questo ha reso estremamente rari i ritratti di Nerone giunti integri fino a noi. Anche nel caso della testa fiorentina, si è pensato si trattasse di un falso antico, forse realizzato sul modello del busto rinvenuto a Roma sul Palatino, e attualmente conservato al Museo delle Terme. Parte della critica è, però, adesso più favorevole a riconoscere in questo esemplare un ritratto antico di notevole qualità inserito su un busto corazzato e paludato di fattura cinquecentesca. Non mancano comunque, anche in questo caso, numerose integrazioni applicate nell’area delle orecchie, del mento e del naso.

 

Modello 3D realizzato in collaborazione con Indiana University. Visita https://www.digitalsculpture-uffizi.org/