Tutte le informazioni necessarie per garantire a tutti l'accesso ai musei delle Gallerie degli Uffizi

GLI UFFIZI

Per accedere alla Galleria le persone con disabilità possono usare l'ascensore. La Galleria è percorribile interamente sia al primo che al secondo piano. Al Gabinetto Disegni e Stampe si accede con l'ascensore, con fermata al primo piano, interamente percorribile.

 

PALAZZO PITTI

Dalla piazza, la salita verso l’ingresso è piuttosto ripida. E' necessario un accompagnatore per sedia a rotelle. Nessun gradino è presente per entrare nel cortile interno del Palazzo in cui si trovano gli ascensori (vano a sinistra dello scalone). Nel cortile interno, sul lato destro dopo la caffetteria, è presente un bagno attrezzato.

L’accesso ai musei è dall’ala destra del Palazzo mediante due ascensori, posti uno di fronte all’altro, ai quali si accede dal cortile, dopo aver percorso il tunnel e superato il guardaroba, che si apre sulla sinistra. L’apertura delle porte degli ascensori è di circa cm 90. E' importante rivolgersi al personale, prima di utilizzare l’ascensore, per farsi aprire una porta di comunicazione con le Gallerie che altrimenti rimane chiusa a chiave.

La Galleria Palatina e la Galleria d'Arte Moderna sono interamente accessibili in tutte le direzioni; l’unica possibile difficoltà consiste in alcune porte a vetri, con apertura a spinta, che possono risultare pesanti da aprire e che possono necessitare di un aiuto per essere superate (anche in questo caso è sufficiente rivolgersi al personale dei musei). Le porte sono comunque poche giacché le sale hanno normalmente aperture dirette di comunicazione, senza barriere di alcun tipo.
Al termine della Galleria Palatina si entra negli Appartamenti Reali, totalmente accessibili.

Il Museo della Moda e del Costume è accessibile, ma è necessario rivolgersi al personale addetto in modo da attivare un montascale.

Il Tesoro dei Granduchi è visitabile per persone disabili solamente al piano terra.

 

GIARDINO DI BOBOLI   

Il giardino è dotato di quattro ingressi: Piazza Pitti, Porta Romana, via Romana 37/A (Annalena), Forte Belvedere. Attualmente, per motivi di sicurezza, sono agibili solo i due principali: dall'ingresso centrale in Piazza Pitti e dal Piazzale di Porta Romana. Per persone con disabilità fisica il Giardino è percorribile con un accompagnatore, tenendo conto di alcuni accorgimenti per agevolare il percorso. Il fondo è interamente a terra e ghiaia e il percorso è quasi sempre in pendenza, con salite e discese. L’accesso deve avvenire passando dall’uscita del Giardino (sul lato sinistro del cortile, prima del bookshop) e poi percorrendo i viottoli in salita, a curve, fino alla base del Giardino, in direzione Anfiteatro fino al primo terrazzamento. Su questo lato c’è anche un bagno attrezzato al quale si può accedere tramite un montascale (per il cui azionamento è necessario rivolgersi al personale del Palazzo e/o della portineria/bookshop alla base del Giardino). Sempre percorrendo i viottoli laterali in salita si arriva fino al secondo terrazzamento in alto, con la grande vasca centrale (oltre questa, ancora più di lato, si trova il Museo delle Porcellane che non è accessibile). Il percorso può proseguire dal lato sinistro - prima in piano e poi in discesa lungo i viottoli più larghi - fino alla grande vasca con il Nettuno, nella parte bassa del Giardino, verso l’uscita di Porta Romana. Per arrivare alla vasca dalla strada laterale, c’è un gradino smussato di circa cm 6 praticabile con aiuto. Accessibile l’uscita verso piazza di Porta Romana (non quella lungo via Romana, che passa attraverso uno stabile con gradinate esterne e interne). Percorribile anche il ritorno verso il Palazzo, lungo le limonaie e le serre, benché in salita e sempre a terra e ghiaia (abbastanza battute).