Archivio Storico

Nasce con l'Unità d'Italia, quando gli archivi granducali confluirono nell'Archivio di Stato; fra questi i fondi della Guardaroba Medicea e dell'Imperiale e Real Corte, imprescindibili per qualsiasi studio su opere delle Gallerie provenienti dalle collezioni granducali. 

Il versamento degli archivi mediceo e lorenese si concluse nel 1892, lasciando nelle Gallerie due sezioni allora considerate di archivio 'corrente': la prima sezione, ora depositata nei locali di via Lambertesca, conserva l'archivio contenente i documenti relativi alle istituzioni museali del periodo lorenese e preunitario ed è tuttora un archivio 'aperto'; vi è consultabile anche l’archivio di Giovanni Poggi concesso in comodato dagli eredi. La seconda sezione, conservata a Palazzo Pitti, si compone degli inventari redatti in epoca unitaria.

Gli indici della prima sezione (1737-1955) che formano l'Archivio Storico delle Gallerie fiorentine sono disponibili online.

 

Ufficio Catalogo

L’Ufficio Catalogo svolge attività istituzionale di catalogazione finalizzata alla tutela e alla conoscenza del patrimonio storico artistico, allo scopo, anche, di conservare e valorizzare tale patrimonio.

Presso l’Ufficio possono essere consultate circa 160.000 schede cartacee di opere presenti nelle Gallerie fiorentine e sui territori delle province di Firenze, Prato e Pistoia. La banca dati, consultabile presso l’Ufficio e online, comprende invece circa 200.000 schede di opere conservate nei musei statali fiorentini e sui territori di Firenze, Prato e Pistoia.

 

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO (Ufficio Catalogo e Archivio Storico)

mercoledì 9.30-13.30

Ingresso da Via Lambertesca 2

 

CONTATTI

Ufficio Catalogo +39 0552388706 | +39 055 2388688 | ga-uff.catalogo@beniculturali.it

 

L'Ufficio Catalogo e l'Archivio Storico sono temporaneamente chiusi a seguito dei provvedimenti relativi alle misure di contrasto del COVID-19.