Condividi

Sacra Famiglia con San Girolamo

Autore
Lorenzo Lotto (Venezia 1480 - Loreto 1556)
Data
1534
Collezione
Tecnica
Olio su tela
Dimensioni
69 x 87,5 cm
Inventario
Inv. 1890 n. 893

Il dipinto, proveniente dalla celebre raccolta del Gran Principe Ferdinando de’ Medici, reca sul lato destro, alla base del cuscino sul quale riposano Sant’Anna e la Vergine l’iscrizione: “Lorenzo Loto 1534”.

E’ una delle prime prove realizzata pochi mesi dopo l’arrivo nelle Marche di Lorenzo Lotto; con la sua data (1534) costituisce un punto fermo nella ricostruzione dell’attività artistica del pittore lungo il corso del quarto decennio del XVI secolo.

All’interno della camera da letto della Vergine le sacre figure sono rappresentate in modo diretto, toccante, secondo un approccio originale mediato dalla pittura fiamminga, al pari di altri dipinti coevi dell’artista, come l’Annunciazione di Recanati.

Anche dal punto di vista iconografico la tela si distingue per la sua originalità: Sant’Anna è appoggiata al gradino del letto a baldacchino, con le gambe stese e aperte ad accogliere la Madonna e il piccolo Gesù, rappresentando così, in maniera singolarmente icastica, il concetto di discendenza dal suo grembo. La presenza di San Girolamo sul lato sinistro che indica con la mano aperta la Sacra Famiglia può essere messa in relazione a un possibile committente dell’opera di nome Girolamo.

La gamma dei colori acidi, la gradazione della luce fredda e le ombre non molto contrastate, confermano le caratteristiche delle opere lottesche di quegli anni, come la “Sacra famiglia con Santa Caterina d’Alessandria” dell’Accademia Carrara di Bergamo firmata e datata 1533.

Una versione dello stesso dipinto (ma eseguita in collaborazione con la bottega) è conservata a Londra nella Courtauld Gallery, essa risulta del tutto simile alla nostra opera tranne che per la presenza di un brano di paesaggio in luogo del San Girolamo.