Condividi

Busto di Vibia Sabina

Autore
Francesco Marchissi (attivo a Firenze tra il 1748 ca e 1792)
Data
1784
Tecnica
Matita su carta
Dimensioni
cm 38,5 x cm 27,8
Inventario
GDSU 110063 D

Il disegno fa parte della serie di 113 raffigurazioni di ritratti imperiali presenti nelle collezioni delle Gallerie degli Uffizi commissionata dall’allora direttore Giuseppe Bencivenni Pelli a Francesco Marchissi come complemento dell’Inventario della Galleria del 1784.

Il busto qui rappresentato è quello di Vibia Sabina, sposa dell’imperatore Adriano (117-138 d.C.), che al centro del foglio viene ritratta di prospetto e in un nitido chiaroscuro che rende ben leggibile il panneggio del busto, mentre nell’angolo in basso, sulla sinistra, l’artista ha riprodotto il dettaglio della testa di profilo, scelta che gli ha permesso di analizzare con dovizia di dettagli l’acconciatura dell’imperatrice. I capelli, divisi in due bande da una scriminatura centrale in visione frontale, sono fermati di lato da un cercine (panno raccolto in forma di cerchio) e salgono a formare una ciambella sulla sommità del capo, che si può apprezzare soltanto in visione laterale.

Appare particolarmente degna di nota l’attenzione dedicata da Marchissi all’acconciatura nella riproduzione dei busti femminili presenti in Galleria, un’attenzione che trova conferma – come anche in questo caso – nel confronto tra il disegno e l’originale e che testimonia da parte sua l’intuizione del fondamentale valore rivestito da tale aspetto nella presentazione femminile in età imperiale.