Mostra digitale dei manoscritti dei 33 quaderni del carcere, realizzata da Fondazione Gramsci e corredata di pannelli esplicativi sulla vita e le opere di Antonio Gramsci

La versione digitale dei manoscritti dei 33 quaderni del carcere, realizzata dalla Fondazione Gramsci, corredata da pannelli esplicativi sulla vita e le opere di Antonio Gramsci, offrirà ai visitatori possibilità di sfogliare e ingrandire le pagine dei manoscritti attraverso schermi touch screen; le immagini dei volumi con i vari contrassegni carcerari (numero di matricola, timbri, autorizzazioni, ecc.) si potranno visualizzare sugli schermi, accompagnate da brevi giudizi di Gramsci tratti dai Quaderni e dalle Lettere dal carcere. Presso la ex Chiesa di San Pier Scheraggio, sarà possibile ammirare la particolare grafia di Gramsci che, sebbene minutissima, risulta di facile lettura grazie alla sua regolarità e all’assenza di segni di ripensamento; si potranno confrontare le note di prima stesura – barrate dall’autore, ma sempre leggibili – con quelle ricopiate e rielaborate nei quaderni in cui volle trattare estesamente alcuni argomenti: il pensiero di Niccolò Machiavelli, la filosofia di Benedetto Croce, il Risorgimento italiano, l’americanismo e il fordismo, il folclore, la critica letteraria, il giornalismo, la storia e la funzione degli intellettuali italiani.

Il percorso
La mostra si inserisce all’interno di un articolato progetto di celebrazione dell’80° anniversario della morte di Antonio Gramsci che prenderà vita tra il 27 novembre 2017 e fine gennaio 2018 attraverso la realizzazione di un percorso artistico-culturale e didattico, segnato dalle orme antropometriche dello stesso Gramsci apposte sui marciapiedi del centro storico di Firenze. Il percorso, dal titolo Sulle orme di Gramsci, promosso dall'Istituto Gramsci Toscano in collaborazione con Camera del Lavoro della Provincia di Firenze,
Associazione Firenze TerzaPrattica è stato curato da Luca Paulesu, e si snoderà tra la Biblioteca Nazionale Centrale e le Gallerie degli Uffizi passando per la Camera del Lavoro Metropolitana luoghi dall’alto valore simbolico dove sono stati realizzati allestimenti incentrati sulla figura e le opere di Antonio Gramsci.
Accanto alla mostra sui Quaderni del Carcere presso le Gallerie degli Uffizi, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze propone una mostra, dal titolo Antonio Gramsci in Biblioteca Nazionale 1977-2017 una mostra sulla mostra (BNCF 28 novembre-31 dicembre 2017) nell’ambito della quale, accanto ad alcuni pannelli dedicati alla storica mostra del 1977-1978 realizzata dalla Biblioteca insieme al Comune di Firenze e all’Istituto Gramsci Toscano sarà esposta una selezione di libri e oggetti di provenienza familiare, messi a
disposizione dal curatore Luca Paulesu, pronipote di Gramsci. Anche in questo caso la mostra è ad ingresso gratuito.
La camera del Lavoro Metropolitana sarà interessata, nel periodo che va dal 27 novembre 2017 al 31 gennaio 2018 da una pluralità di allestimenti e di iniziative che alternandosi e incrementandosi avranno la finalità di integrarsi alle consuete attività cui questa sede è deputata e che, per l’occasione, sarà aperta e fruibile da parte del pubblico e degli studenti delle scuole del territorio metropolitano.

Condividi

Informazioni

L’esposizione dei manoscritti presso le Gallerie degli Uffizi, a ingresso gratuito, resterà aperta al pubblico da martedì 28 a giovedì 30 novembre dalle ore 10 alle ore 17 e sarà affiancata da attività didattiche e laboratoriali che coinvolgeranno gli studenti di alcune classi delle scuole medie superiori dell’Area Metropolitana di Firenze. Per le scuole che desiderano prenotarsi è possibile contattare la segreteria dell’Istituto Gramsci Toscano: info@gramscitoscano.it

La mostra è visitabile dalle 10.00 alle 17.00

Pubblico
Scuola Secondaria II grado