La legge n.107 del 13 luglio 2015 meglio nota come la “Buona Scuola” riconferma la validità dello strumento della convenzione fra scuole e servizi educativi dei musei anche al fine di attuare efficaci percorsi di Alternanza Scuola Lavoro nei luoghi della cultura.

Già dall’a. s. 2015-2016, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Ufficio ha approntato adeguati strumenti procedurali per l’utilizzo del progetto “Ambasciatori dell’Arte” come percorso di alternanza, al quale, quest’anno, in una più solida cornice normativa, si aggiungono nuove proposte di attività di Alternanza Scuola Lavoro da attuare nell’ambito del nostro prezioso patrimonio culturale.

Da marzo fino a metà giugno, con alcune estensioni a luglio e settembre, gli studenti di 26 istituti scolastici delle medie superiori di Firenze e provincia offriranno ai turisti in visita nella nostra città percorsi guidati gratuiti in italiano e altre lingue comunitarie in 24 musei e luoghi della cultura sia fiorentini che del territorio.

Il progetto “Ambasciatori dell’Arte”, questo il titolo dell’iniziativa promossa da MIUR e MiBACT con il contributo scientifico del Dipartimento Scuola e Giovani delle Gallerie degli Uffizi e la collaborazione del Museo Nazionale del Bargello, del Polo Museale della Toscana e dell'Opificio delle Pietre Dure, coinvolgerà quest’anno circa duemila studenti di oltre novanta classi, continuando a rappresentare un valido strumento per educare al patrimonio artistico e paesaggistico e sviluppare, nelle giovani generazioni, il “sentimento di appartenenza ad una tradizione culturale comune e di corresponsabilità nella tutela. Il percorso si propone come una valida e interessante risposta proveniente dal mondo dei musei per l’applicazione della legge della cd. “Buona Scuola”, che ha reso curriculari i percorsi di alternanza scuola-lavoro (ASL).

Nell’edizione di quest’anno, il circuito generale denominato “Ambasciatori dell’Arte” si declina in nuove accezioni: Ambasciatori del Verde, che offriranno visite finalizzate alla conoscenza del patrimonio botanico dei nostri giardini storici a cominciare da quello di Boboli, e la sognante proposta denominata Panchina delle Fiabe, in cui saranno proprio gli studenti di alcune scuole medie superiori ad invitare i bambini, che saranno in visita al Giardino di Boboli e a quello di Villa Il Ventaglio, per narrargli, in quelle splendide cornici, storie mirabolanti e fantastiche.

Tutti gli studenti che partecipano all’iniziativa godono di un’attenta formazione gestita dal Dipartimento Scuola e Giovani delle Gallerie degli Uffizi e a cui contribuiscono, con interventi specialistici, anche altre professionalità interne ai musei.

Per quanto attiene a “La panchina delle Fiabe”, gli studenti seguono un modulo formativo gestito dal Centro di Avviamento all’Espressione del Teatro della Pergola.

Come nelle ultime edizioni gli studenti dell’“Istituto Statale di Istruzione Superiore Leonardo da Vinci” cureranno la documentazione dell’iniziativa con riprese video e fotografiche, mettendo a frutto le competenze acquisite all’interno del corso di Grafica Multimediale.