Condividi

Busto di ignoto, c.d. Cicerone

Autore
Arte romana
Data
I secolo d.C.
Collezione
Collocazione
Corridoio di Levante
Tecnica
marmo bianco
Dimensioni
40 cm. (altezza)
Inventario
Inv. 1914, n. 393

Rinvenuto a Roma nella prima metà del Seicento, durante la costruzione della chiesa di Sant’Ignazio, questo ritratto fu dapprima donato al Cardinale Ludovico Ludovisi, in virtù del suo sostegno economico ai lavori, ma già nel 1669 lo stesso pezzo fu poi ceduto a Leopoldo de’ Medici. È certamente di restauro il naso, nonché parte delle orecchie e del busto. A causa di un’imperfezione sulla guancia sinistra, il soggetto fu dapprima identificato come un’immagine del grande oratore romano Cicerone (famoso per una vistosa escrescenza a forma di cece, che si dice egli avesse in realtà sul naso). L’identità effettiva del personaggio resta dibattuta, e a oggi si ricordano differenti proposte, fra cui figurano L. Domizio Enobarbo, fra i più accesi sostenitori di Pompeo, C. Cassio Longino, fra i promotori della congiura che portò all’uccisione di Cesare, T. Pomponio Attico, amico di Cicerone e sostenitore di Antonio, e perfino lo scrittore Varrone, erudito e filologo autore di oltre 150 libri. Ciò di cui si è certi è che il ritratto, noto da diverse repliche del I secolo d.C., è sicuramente da inquadrare come quello di un importante personaggio della tarda età repubblicana (146-31 a.C.).

Modello 3D realizzato in collaborazione con Indiana University. Visita https://www.digitalsculpture-uffizi.org/

Opere correlate