Condividi

La Liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina. Imperiale, villa della Sereni.ma Arciduchessa di Toscana

Autore
Alfonso Parigi (Firenze 1606-1656)
Data
1625
Tecnica
acquaforte
Dimensioni
mm 180 x 240 (foglio 220 x 260)
Iscrizioni

titolo “Imperiale, villa della Sereni.ma Arciducessa di Toscana”, in basso a destra“Alfonso Parigi I. et F.”

Inventario
GDS 95789

L’opera di Francesca Caccini, “La Liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina” (1625), messa in scena nella villa di Poggio Imperiale qui illustrata, si concluse con un balletto equestre. Dalla posizione da cui aveva assistito all’opera, presumibilmente uno spazio del cortile, il pubblico si spostò alle finestre e alle terrazze della villa per godere al meglio dell’esibizione dei cavalieri. Protagonista di questa illustrazione, che chiude il libretto di Ferdinando Saracinelli, è la villa stessa, acquistata dalla granduchessa di Toscana Maria Maddalena d’Austria pochi anni prima e ristrutturata dall’architetto ufficiale della corte medicea, Giulio Parigi, che fu anche scenografo dello spettacolo. Questa e le altre illustrazioni del libretto furono incise dal figlio di Giulio, Alfonso, che sembra in questa stampa anticipare il successivo genere del vedutismo piuttosto che documentare lo spettacolo i cui protagonisti, cavalli e cavalieri, appaiono decisamente sottodimensionati rispetto all’inquadramento generale della scena.