Ciclo di concerti dedicato ai giovani talenti italiani a Palazzo Pitti

Dal 27 febbraio al 2 marzo la magnifica Sala Bianca di Palazzo Pitti torna ad accogliere il Festival “Da Firenze all’Europa”, per quattro giorni di concerti imperdibili che vedranno protagonisti alcuni tra i migliori giovani musicisti italiani, sostenuti dall’Associazione Musica con le Ali. I visitatori di Palazzo Pitti potranno prendere liberamente parte ai concerti, presentando il biglietto di ingresso al Museo, e vivranno un’esperienza indimenticabile accompagnati dalle note dei compositori più grandi di sempre: Beethoven, Mozart, Bach, Brahms, Schumann, Schubert. E ancora Debussy, Rachmaninov, Liszt, Grunfled, Kreisler, Dvorak, Wieniawsky, Ravel, Fauré.

Questo progetto, giunto alla sua seconda edizione, si colloca nell’ambito della collaborazione pluriennale tra l’Associazione Musica con le Ali e le Gallerie degli Uffizi ed è stato ideato con il duplice obiettivo di dare ad un ampio pubblico di fiorentini e di turisti la possibilità di vivere un’esperienza unica in uno dei luoghi d’arte più importanti e celebri al mondo e al tempo stesso di offrire un’importante opportunità di visibilità e di crescita professio­nale per i musicisti sostenuti dall’Associazione Musica con le Ali, che hanno la possibilità di esibirsi in un contesto straordinario all’interno di un festival di grande prestigio che celebra il legame tra Firenze, l’Italia e l’Europa quali baluardi della musica e della cultura.

 

Associazione Musica con le Ali

Costituita a Milano nel 2016 per iniziativa di Carlo Hruby e della sua famiglia, l’Associazione non ha fini di lucro e sostiene la crescita di giovani musicisti italiani, attentamente selezionati tra i migliori studenti dei conservatori e delle istituzioni di alta formazione.

I giovani talenti vengono supportati nel loro cammino formativo e aiutati ad affermarsi nella musica classica - e quindi a “spiccare il volo” - attraverso la creazione di un percorso personalizzato in base alle caratteristiche e necessità di ciascuno.

 

Programma

Il primo concerto vedrà protagoniste l’affermata violoncellista Silvia Chiesa e la pianista Lavinia Bertulli che mercoledì 27 febbraio alle ore 16 si esibiranno su musiche di Beethoven e Brahms.

Giovedì 28 febbraio alle ore 16 la pianista Ludovica De Bernardo suonerà brani di Bach, Schumann, Debussy e Rachmaninov.

Venerdì 1 marzo gli appuntamenti saranno due: alle ore 11.30 con Emma Arizza, violino, e Antonino Fiumara, pianoforte, che allieteranno i presenti con brani di Liszt, Grunfled, Kreisler, Dvorak, Wieniawsky e Ravel nel concerto organizzato in collaborazione con la Fondazione Società dei Concerti di Milano; alle ore 16 sarà la volta del Quartetto Werther, che si esibirà su musiche di Brahms e Fauré.

Anche sabato 2 marzo gli appuntamenti saranno due, uno mattutino e uno pomeridiano. Ad iniziare alle ore 11.30 saranno Giulia Attili, violoncello, e il Quartetto Adorno, che suoneranno musiche di Schubert e Beethoven; il pomeriggio, alle ore 16, chiuderà questa seconda parte del festival il concerto del violinista Paolo Tagliamento e dell’Orchestra Senzaspine di Bologna diretta da Matteo Parmeggiani, che eseguiranno musiche di Mozart.

Condividi

Informazioni

Ingresso incluso nel costo del biglietto di Palazzo Pitti, fino ad esaurimento posti.

Info

 

Orario

Consultare il programma della rassegna primaverile.