Un nuovo biglietto integrato per passare direttamente dal Museo di Palazzo Vecchio alla Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi utilizzando il suggestivo percorso aereo che collega i due edifici

Questo passaggio coperto costituisce il primo tratto del celebre Corridoio Vasariano che congiunge Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti percorrendo gli Uffizi e attraversando l’Arno su Ponte Vecchio. Voluto da Cosimo I de’ Medici nel 1565, in occasione delle nozze del figlio Francesco con Giovanna d’Austria, il corridoio deve il suo nome a Giorgio Vasari, architetto di fiducia del duca, che lo realizzò nel tempo eccezionalmente breve di soli cinque-otto mesi. Di uso esclusivo e privato, consentiva alla corte di spostarsi facilmente tra i palazzi della sovranità medicea, con discrezione e in totale sicurezza. Opera d’ingegno, tipica dell’inventiva e perizia tecnica di Vasari, il vertiginoso ponte coperto che con un’arcata attraversa l’antica via di Dogana, oggi detta della Ninna, collegava in particolare i due poli del potere ducale. Il trecentesco Palazzo Vecchio era l’antica sede del governo repubblicano della città. Il duca Cosimo I de’ Medici lo aveva scelto come dimora, volendo così ribadire la sua sovranità sul territorio fiorentino, e lo aveva fatto ampliare e trasformare in una reggia sontuosa, con il concorso di diversi rinomati artisti. Dopo il trasferimento della corte nella nuova reggia di Palazzo Pitti, l’antico edificio aveva comunque mantenuto la sua eminente funzione politica e di rappresentanza. A quegli anni risalgono prevalentemente gli affreschi, i soffitti lignei dipinti, i quadri e le sculture che decorano gli ambienti visitabili di Palazzo Vecchio, oggi sede del Comune di Firenze. Il fabbricato degli Uffizi, che al tempo della realizzazione del passaggio aereo era ancora in costruzione, su progetto dello stesso Vasari, era invece stato voluto da Cosimo per riunire tutte le Magistrature in un solo palazzo e così riorganizzare la struttura amministrativa dello stato, sotto il suo controllo assoluto. Progettato quindi come sede burocratica, venne poi parzialmente modificato dal figlio di Cosimo, Francesco I, che nel 1581 adibì a galleria il suo piano superiore, ponendo le basi della progressiva trasformazione del monumentale fabbricato nel noto museo che oggi riunisce la gran parte dei capolavori delle collezioni medicee. Il corridoio sospeso su via della Ninna, utilizzato come passaggio privato anche in epoca lorenese e chiuso nel XIX secolo a seguito dei cambiamenti di proprietà dei due palazzi, finora è stato aperto al pubblico solo eccezionalmente e per visite guidate.

Grazie a questo biglietto integrato, oggi è finalmente possibile usufruirne visitando autonomamente i due musei, con un unico vincolo, dettato da esigenze di sicurezza e limiti di affollamento: prenotare l’attraversamento del passaggio e all’orario stabilito recarsi al suo ingresso, nella Camera Verde di Palazzo Vecchio.

 

Da martedì a domenica eccetto giovedì
Inizio visita in Palazzo Vecchio 9.30 - 10.15 - 11.00 - 11.45 - 12.30 - 13.15 - 14.00 -14.45 - 15.30 - 16.15
Accesso Uffizi 10.30 - 11.15 - 12.00 - 12.45 - 13.30 - 14.15 - 15.00 - 15.45 - 16.30 - 17.15
Giovedì
Inizio visita in Palazzo Vecchio 9.30 - 10.15 - 11.00
Accesso Uffizi 10.30 - 11.15 - 12.00

Martedì fino al 26 settembre 2017

In concomitanza con le aperture serali degli Uffizi, l’accesso è
prolungato secondo i seguenti orari
Inizio visita in Palazzo Vecchio 17.00 - 18.15 - 19.00 - 19.45
Accesso Uffizi 18.00 - 19.15 - 20.00 - 20.45

Chiusura del Guardaroba di Palazzo Vecchio
5 luglio – 30 settembre 23.00
1° ottobre – 14 gennaio 19.00

 

Il biglietto integrato consente la visita del Museo di Palazzo Vecchio (esclusi gli scavi del Teatro romano, il Camminamento di ronda e la Torre) e della Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi (esposizioni temporanee comprese).

La visita inizia in Palazzo Vecchio, con accesso diretto al primo piano del museo (Salone dei Cinquecento). Prima di iniziare la visita i possessori del biglietto integrato devono obbligatoriamente depositare zaini, valigie e ombrelli presso il Guardaroba al piano terreno del Museo di Palazzo Vecchio. Dopo la visita degli Uffizi devono tornare a ritirarli in Palazzo Vecchio, entro e non oltre l’orario di chiusura del Guardaroba sopra indicato. L’orario di inizio della visita è indicativo e non vincolante. Mediamente la visita del Museo di Palazzo Vecchio richiede circa un’ora. L’orario del passaggio dal Museo di Palazzo Vecchio alla Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi è vincolante e tassativo.

All’orario indicato nella prenotazione, i partecipanti devono recarsi all’ingresso ubicato nella Camera Verde del Quartiere di Eleonora, al secondo piano del Museo di Palazzo Vecchio. Il mancato rispetto di tale orario comporta la perdita del diritto di accesso agli Uffizi. Apertura Museo di Palazzo Vecchio h. 9.00 Chiusura Uffizi h. 18.50 ( martedì, fino al 26 settembre, h. 22.00)

Condividi

Informazioni
Acquista Online

Info e prenotazioni

Firenze Musei +39 055 294883

(lun-ven 8.30-18.30; sab 8.30-12.30)

Acquisto del biglietto in prevendita

Biglietteria di Orsanmichele, via Calzaiuoli (lun-sab, 9-17)

Biglietteria numero 2 degli Uffizi, piazzale degli Uffizi (mart-dom, 8.15 - 18)

Ritiro dei biglietti prenotati

Biglietteria n. 3 degli Uffizi, piazzale degli Uffizi, lato via Lambertesca (mart-dom, 8.15-18)

Prezzi dei biglietti

Dal 31 luglio al 7 gennaio 2018 - Biglietto intero € 26,50 - Biglietto ridotto € 18,25

Dal 8 gennaio al 14 gennaio 2018 - Biglietto intero € 22,00 - Biglietto ridotto € 16,00

 
Pubblico
Guide e Gruppi