Cinque incontri alla scoperta del Giardino di Boboli per parlare dei viaggi di piante e persone

In occasione dell’Estate Fiorentina 2019 anche il Giardino di Boboli partecipa al progetto speciale Amir. Come semi in viaggio con un calendario di visite gratuite condotte da mediatori stranieri sul tema “Storie di migrazioni di piante e persone”. La prima si svolgerà domenica 23 giugno, giornata ad ingresso gratuito.

Insieme ai mediatori del progetto Amir i visitatori potranno esplorare la diversità botanica e culturale che ha reso gli orti e i giardini, laboratori dove da sempre si riproducono e incrociano forme vegetali e artistiche che provengono da altri climi e da altre colture e culture, dalle varietà degli agrumi collezionati dai Medici a Boboli fin dal Cinquecento, ai monumentali cedri del Libano, ad alberi provenienti da epoche lontanissime come la Ginkgo Biloba, fino ai cipressi che marcano il paesaggio toscano da sempre ma provengono dall’antica Persia. Dall’epoca delle grandi esplorazioni geografiche, piante raccolte in Estremo Oriente, in Africa o in Sud America hanno cominciato a popolare le serre, gli orti e infine le cucine delle principali corti europee, fra cui anche quella dei Medici a Firenze. Generazione dopo generazione, utilizzando le spore, i semi o qualsiasi altro mezzo, i vegetali si sono spostati avanzando nel mondo alla conquista di nuovi spazi, arricchendo l’ambiente che conosciamo.

Le visite, in italiano, si svolgeranno tutte in occasione delle giornate a ingresso gratuito secondo il seguente calendario:

domenica 23 Giugno • 10:00

domenica 4 Agosto • 16:30

martedì 27 Agosto • 16:30

venerdì 11 Ottobre • 10:00

giovedì 31 Ottobre • 10:00

Ginkgo Biloba in autunnoIl Viale dei cipressiAranci alla Limonaia
Condividi

Informazioni

Punto d’incontro: Anfiteatro del Giardino di Boboli

Prenotazione consigliata.

Per informazioni:

Dipartimento per l’Educazione – Area mediazione Culturale e Accessibilità

uffiziaccessibili@beniculturali.it

055 2388617

Pubblico
Mediazione Culturale