Palazzo Pitti riapre nel rispetto delle norme anti-Covid

Il 28 maggio riaprono i musei del complesso di Palazzo Pitti

Il complesso museale di Palazzo Pitti riapre il 28 maggio con orario 8.30 – 13.30. L'ultimo ingresso sarà alle 12.30.

All’interno del palazzo valgono tutte le norme nazionali e regionali per contrastare la diffusione del coronavirus. In particolare si rammenta che è vietato l’ingresso a persone con temperatura corporea oltre 37,5 gradi: sarà misurata la temperatura corporea con idonei strumenti prima dell’accesso; è obbligatorio l’uso di idonee mascherine CE (vedi Ordinanza RT n. 48 ) a copertura della bocca e del naso, durante tutta la permanenza all’interno del palazzo; è necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno 1,80 m; sono vietati assembramenti di ogni genere; i gruppi non possono eccedere il numero di 10 persone, e ad ogni buon conto sono tenuti a rispettare sempre la distanza interpersonale di 1,80 m; le guide turistiche devono automunirsi di sistema whisper (microfono e auricolari), indipendentemente dal numero dei componenti del loro gruppo.

Si precisa che in questa prima fase i seguenti servizi aggiuntivi sono sospesi: guardaroba, bookshop, e noleggio di radioguide, audioguide e tablet.

Le collezioni visitabili saranno: Tesoro dei Granduchi, Galleria Palatina, Galleria d'arte moderna e Museo della Moda e del Costume. Per ragioni di sicurezza legate all'emergenza Covid-19 sono invece temporaneamente chiusi gli Appartamenti Reali e Imperiali. Sarà aperta al pubblico anche la zona dell'Andito degli Angiolini in occasione della mostra “La grandezza del universo” nell’arte di Giovanna Garzoni. Gli spazi del Museo delle Porcellane, alcuni ambienti del Tesoro dei Granduchi e della Galleria Palatina (ala del Volterrano e delle Colonne), nei quali per ragioni architettoniche e logistiche non è possibile garantire il rispetto delle regole sul distanziamento sociale, per il momento rimarranno chiusi. Nonostante le limitazioni imposte dall'emergenza rimangono dunque visibili 71 sale, con oltre l'80% degli spazi di Palazzo Pitti.

Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo in occasione della riapertura dei luoghi della cultura nella fase 2 della gestione dell’emergenza da Covid-19, intende promuovere una rilevazione online  presso il pubblico: i visitatori delle Gallerie degli Uffizi sono invitati a partecipare compilando l'apposito questionario sulla pagina dedicata.

Condividi