Evento n° 16: “Theotokos - tra cielo e terra nella contemplazione del mistero” (canto gregoriano e medievale)

Nato nella sublime e magnifica Abbazia di Sant’Antimo a Montalcino nel 2004, il gruppo corale Cantus Anthimi si dedica da anni allo studio del canto sacro vissuto come meditazione e ascolto, occasione di crescita umana e spirituale. Con un emozionante progetto canoro, il gruppo ha ripercorso nella preziosa cornice dei corridoi degli Uffizi i sentieri tracciati dal sentimento di devozione alla Vergine Maria nei momenti cruciali della sua esistenza, accompagnando il visitatore in uno stato percettivo sempre più profondo stimolato dalla potente simbologia delle immagini testuali e dal fascino del suono. I brani proposti spaziano dalla monodia gregoriana e medievale alla polifonia rinascimentale, in un programma di profonda spiritualità ed accorata devozione espresse con modalità musicali differenti, che trovano strumento principale nella vocalità, mezzo primario della musica dei sensi ed unico in grado di far fluire da un’unica fonte suono e parola, sentimento e ragione, senso e significato.

LO SPETTACOLO

Il Coro CANTUS ANTHIMI diretto da Livio Picotti ha eseguito:

Inni gregoriani e greco ortodossi, Laudario Giustinianeo (Venezia - XV sec.), Laudario di Cortona (XIII sec.), Codex Las Huelgas (Monastero di Burgos XIII sec.), Codex Montpellier (XIII sec.), Codice Marciano It. IX,145 (XV sec.), Llibre Vermell (Montserrat XIV-XV sec.), Cancionero de Palacio (XVI sec.), Hildegard von Bingen (1098-1179), Josquin des Prez (c.a 1450-1521).

 

GALLERIA DI IMMAGINI

Clicca sulle foto per ingrandire e attivare lo scorrimento automatico delle immagini